Come creare e programmare Instagram Stories da desktop

Le Instagram Stories ti piacciono?

Le hai inserite nella tua strategia social, o in quella dai tuoi clienti?

Vanno per la maggiore e sembra che nessuno possa evitare di farle, dalle aziende agli influencer le Instagram Stories hanno conquistato tutti!

Se stai cercando un’app da usare comodamente da desktop per creare, programmare e pubblicare Instagram Stories sei nel posto giusto.

Nelle scorse settimane ne ho trovata una semplice, che funziona molto bene e ti permette anche di programmarle in un lampo.

E’ tutta in inglese ma usarla è molto facile, per farla partire al meglio però è bene conoscere alcuni piccoli trucchetti.

Siccome l’ho testata in lungo e in largo te li svelo io e ti risparmio errori e scocciature da mancata pubblicazione.

L’applicazione di cui ti sto parlando si chiama “STORRITO”.

Il nome è bruttino ma ti assicuro che è super utile.

E’ freemium, quindi hai la possibilità di usarla senza pagare nulla anche per più account Instagram (senza limiti) e anche aggiungendo quanti membri del team desideri, anche in questo caso non ‘è un numero massimo.

L’unica limitazione è che con la versione free puoi creare solo 10 storie al mese.

Con la versione standard hai a disposizione 100 storie al mese a 15 dollari, con la versione professional hai a disposizione 500 storie con 60 dollari al mese.

La prima cosa da fare è registrarsi, inizia con l’account free e poi semmai puoi fare l’upgrade in qualsiasi momento.

Dopo la registrazione bisogna collegare uno o più account Instagram, se non hai l’autenticazione a due fattori lo puoi fare immediatamente dal pannello di amministrazione dell’app.

Se hai attiva l’autenticazione a due fattori (cosa che ti consiglio) e provi a collegare l’account direttamente dall’app ti sembrerà di avercela fatta, ma poi Instagram blocca i tentativi di accesso di Storrito e non pubblica le storie, quindi è necessario usare un metodo alternativo (SENZA disabilitare l’autenticazione a due fattori), ecco cosa devi fare:

vai nel pannello di amministrazione di Storrito, clicca sul bottone “add a new instagram account”.

Ti si aprirà la finestra apposita e invece di inserire username e password clicca sulla tab di destra, quella con scritto “alternative method”.

A quel punto ti si aprirà la finestra giusta, da cui puoi scaricare l’estensione per il browser, scarichi l’estensione e attraverso quella puoi collegare l’account senza disabilitare l’autenticazione a due fattori che ti permette molta più sicurezza per non rischiare di perdere l’account.

Fatto questo passaggio leggermente ostico puoi partire a creare le tue storie, da far partire appena fatte o da programmare comodamente.

Puoi caricare le tue immagini o puoi cercare quelle copyright zero direttamente dall’app e puoi usare tutte le cosine belle per arricchire le storie che ci sono anche su Instagram, per ora ne mancano solo tre: tempo,  musica e le Gif.

Però da Storrito assicurano che sono in arrivo a breve, quindi aspettiamo fiduciosi.

Per me questa è un’app molto molto utile, che mi risolve un sacco di perdite di tempo!

Posted on: Febbraio 27, 2019, by :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
Ricevi la newsletter ad ogni nuovo post e quando ho qualche sorpresa speciale per te: ISCRIVITI

Uso cookies, anche di terze parti, per migliorare la tua visita. Per accettarli continua a navigare, per saperne di più o cambiare impostazioni consulta la Privacy e Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Leggi altro:
Come continuare a modificare l’anteprima dei link su Facebook

Se hai una pagina Facebook o se ne gestisci molte potresti esserti accorto che, da...

Come trasformare una brutta recensione sui social in un’opportunità

Incassare una critica o una recensione negativa non è mai facile, il rischio è di...

Chiudi